Aiuto

xChiudi
Risoluzione minima consigliata 1024x748.
A partire dalle singole schede  possibile accedere a schede dedicate ad eventi, brigate partigiane, luoghi, altri caduti che abbiano una qualche attinenza con la scheda di partenza.
Attraverso la barra della cronologia (in basso)  possibile accedere a tutti gli eventi inseriti nel database.
La cronologia  suddivisa in tre sezioni: avvenimenti di rilevanza locale, nazionale e mondiale.
Tasto F11: Attiva/disattiva la visualizzazione a tutto schermo.
Icona ascolta: Attiva/Disattiva l&opzione di lettura automatica del testo contenuto nella scheda(di prossima implementazione)
Tasto Indietro: Torna alla schermata precedente.
Tasto Cerca: Accesso alla maschera di ricerca semplice e libera.
Tasto Ricerca Avanzata: Esegue ricerche tra tipologie diverse e confronta i risultati.

Note

xChiudi

Bibliografia

xChiudi


biblioteca digitale
Simboli e Allegorie

Lucertola

La sua predilezione per la luce e la sua capacità di restare immobile sotto i raggi solari hanno certamente colpito gli antichi greci che hanno elevato questo rettile al rango di animale sacro al dio Apollo. Esso è presente in molte raffigurazioni dell'Apollo Sauroctono (uccisore di lucertole). Nell'arte romana può essere associato alla dea Salus. Inoltre la lucertola è simbolo orfico d'immortalità, e a questo titolo figura su alcuni monumenti funerari dell'età classica, dove incarna l'eternità della luce. Secondo Cumont, l'animale sarebbe legato all'Eros funerario e la sua presenza andrebbe interpretata come segno di resurrezione. Questa capacità simbolica di incarnare il ritorno alla vita è probabilmente legata a due fattori principali: il fatto che la lucertola va in letargo d'inverno per ritornare alla luce in primavera; e la sua straordinaria capacità di farsi ricrescere la coda. Nel Fisiologo la Lucertola Solare è modello per l'uomo che si deve rivolgere al Signore Gesù per trovare la "luce negli occhi del cuore", così come la lucertola, una volta divenuta vecchia, si mette su un muro rivolto ad oriente ed attende che il vigore del sole gli ridoni la vista.

Gian Marco Vidor

1 di 1

xChiudi
xChiudi